Inno: "Son soddisfatto"

Titolo inglese: Mansion over the Hilltop

STORIA DELLA NASCITA DELL'INNO E VIDEO IN ITALIANO

L'inno: “Mansion over the Hilltop”, fu scritto da Ira Stanphill, un musicista molto capace.
Si racconta che tutto nacque dal racconto di un predicatore di Dallas (Texas) che si chiamava Gene Martin. Egli un giorno , mentre predicava, raccontò questa storia:
"Un uomo di notevoli mezzi, sull’orlo della bancarotta, intraprese un viaggio in macchina attraverso una parte rurale del paese.
Qui, una casa particolare attirò la sua attenzione.
Necessitava di ritinteggiatura e riparazioni di ogni genere. Quasi tutte le finestre avevano carta trasparente al posto dei vetri rotti. Parte  del tetto e delle tegole mancava.
Si chiese come tale casa fosse ancora in piedi.

Sul davanti, a giocare in cortile, vi era una

ragazza di circa 8 o 9 anni, mal vestita. Il viaggiatore sentì il bisogno di fermarsi a parlare.

Durante la conversazione, le disse quanto fosse dispiaciuto che ella vivesse in un ambiente così povero. La ragazza rispose: “Perché, non hai sentito? Il mio papà ha appena ereditato una fortuna e ci sta costruendo una villa proprio su quella collina. Non so quando sarà pronta, ma non dovrò vivere in questa casa per sempre”.
La storia fu sentita dal Rev. Albert Ott che suggerì a Stanphill di scrivere una canzone sulla dimora che ci attende lassù in cielo e il musicista scrisse subito il testo e lo cantò in quella stessa notte.

ECCO IL TESTO NELL'ORIGINALE
DELL'INNO DI STANPHILL

 

VIDEO DELL'INNO IN INGLESE

 

Casa sulla collina

Sono soddisfatto di una semplice casetta quaggiù
un po’ d’argento e un po’ d’oro ma in quella città
dove i riscattati brilleranno
ne voglio una d’oro foderata d’argento.

Coro:
Possiedo una dimora lì sulla collina
in quella terra luminosa
dove mai invecchieremo
e un giorno lassù non ci sarà più da vagare
ma cammineremo
per  strade pure come l’oro

Anche se spesso tentato tormentato e provato
e come il profeta per cuscino ho una pietra
e anche se non trovo qui un’abitazione stabile
so che Lui mi darà una dimora tutta mia.

Coro:
Possiedo una dimora…

Non pensare che io sia povero o arido o solitario
non sono scoraggiato sto legato al cielo
non sono che un pellegrino alla ricerca della città
voglio una dimora, un’arpa, ed una corona.

Coro:
Possiedo una dimora…

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Torna alla pagina principale

 



- www.adinapolifuorigrotta.it - Chiese Cristiane Evangeliche Assemblee di Dio in Italia - Chiesa di Napoli - Fuorigrotta
- scrivici info@adinapolifuorigrotta.it