HOME CHI SIAMO APPROFONDIMENTI MEDIA RUBRICHE ATTIVITA' MISSIONI
   
       
Profilo YouTube Profilo Google Profilo Facebook Profilo Twitter
 
   
   
   
 
 
 
Guardare in alto - Daniele 4
"Alla fine di que' giorni, io, Nebucadnetsar, alzai gli occhi al cielo, la ragione mi tornò, e benedissi l'Altissimo, e lodai e glorificai colui che vive in eterno, il cui dominio è un dominio perpetuo, e il cui regno dura di generazione in generazione" (Daniele 4:34).

Dove è puntato il nostro sguardo?

1. Occhi in basso
Succede quando l’uomo si concentra su se stesso o sulle circostanze in cui si ritrova.
Può farlo per presunzione (v.30b) o per autocommiserazione, quando siamo duramente provati, spaventati, confusi e depressi. In entrambi i casi, cambia poco o nulla.
Che uomo arrogante e pieno di sé Nabucodonosor. Si è guardato attorno, ha visto i risultati del sua bravura, delle sue capacità, delle sue vittorie, e si è esaltato. Tutto ciò lo ha portato inevitabilmente a precipitare, perché “chi si innalza sarà abbassato” (Luca 18:14), e perché Uno solo è l’Altissimo!
Egli perse ogni dignità: “Egli fu scacciato di mezzo agli uomini, mangiò l’erba come i buoi, il suo corpo fu bagnato dalla rugiada del cielo, i capelli gli crebbero come le penne delle aquile e le sue unghie diventarono come quelle degli uccelli!” (v.33).
Quando l’uomo pone gli occhi su di sé e non guarda in alto per vedere il Cristo di Dio che ci è stato donato, non può che “precipitare”. Molte volte l’uomo che non si ravvede, continua in un’escalation di peccato confermando quella verità della Bibbia che dice: “Un abisso chiama un altro abisso” (Salmo 42:7).
Come è precipitato! (v.37). Una condizione compromessa dal peccato e prossima alle bestie: “Quando il mio cuore s’inacerbiva ed io mi sentivo trafitto internamente, ero insensato e senza conoscimento; io ero verso di te come una bestia” (cfr. Salmo 73:21,22).
L’errore non è solo in dove guardiamo... ma anche dove non vogliamo guardare: “Il mio popolo persiste a sviarsi da me; lo s’invita a guardare in alto, ma nessun d’essi alza lo sguardo” (Osea 11:7).

2. Occhi in alto
Vogliamo del continuo guardare in alto: “Quanto a me, io volgerò lo sguardo verso l’Eterno, spererò nell’Iddio della mia salvezza; il mio Dio mi ascolterà” (Michea 7:7).
Il re che era pieno di orgoglio e di superbia è stato umiliato ed è rientrato in sé.Allora, ha guardato in alto, ed ha riavuto la vita. A quel punto, la sua gloria è stata maggiore della prima, perché è scritto: “Umiliatevi nel cospetto del Signore, ed Egli vi innalzerà” (Giacomo 4:10)!
Nabucodonosor fu come “rigenerato”, fu completamente trasformato, e non fu più l’uomo di prima.
Dopo che ebbe levato gli occhi in alto, egli poté riconoscere e testimoniare che l’Iddio Altissimo è vivente, è sovrano, ed è giusto, Egli deve essere benedetto, lodato, esaltato e glorificato, perché è “il Re del cielo”! L’Altissimo “ha il potere di umiliare quelli che camminano superbamente” (vv.34-37).
Se tutto ciò che accade intorno a noi ci sta facendo concentrare su noi stessi, sulle nostre sconfitte, e rischia di farci perdere di vista Cristo, guardiamo in alto: “Io alzo gli occhi ai monti... Donde mi verrà l’aiuto? Il mio aiuto vien dall’Eterno che ha fatto il cielo e la terra” (Salmo 121:1,2); “Ma Stefano, pieno di Spirito Santo, fissati gli occhi al cielo, vide la gloria di Dio e Gesù che stava alla sua destra, e disse: “Ecco, io vedo i cieli aperti, e il Figlio dell’uomo in piedi alla destra di Dio” (Atti 7:55,56).
Se tutto ciò che accade intorno a noi ci sta facendo concentrare sulle nostre aspirazioni, guardiamo in alto. Su nel cielo c’è l’Altissimo, Egli è il vero e unico Sovrano, e, in modo particolare, quelli che confidano in Lui sono al sicuro nel palmo della Sua mano (Giovanni 10:28). Alla destra di Dio vi è Gesù, l’unico Mediatore fra Dio e gli uomini, che intercede per tutti quelli che sperano in Lui.

Conclusione
Confidando nell’Altissimo, che può tutto, fondiamoci sulla Sua santa e benedetta Parola e facciamoci guidare dallo Spirito Santo. Così saremo ben piantati in terra, ma senza esaltarci, con lo sguardo rivolto in alto, senza deprimerci, ma fortificandoci, per servirLo, aspettando il vero Re che viene, e per entrare nel Suo Regno!

 
 
         
 

ADI Napoli - Fuorigrotta

Vogliamo far conoscere chi siamo e cosa professiamo, per aiutare chiunque lo desidera ad approfondire la conoscenza della Bibbia, la Parola di Dio, attraverso meditazioni, studi biblici, vari articoli cristiani e le testimonianze personali di credenti che hanno sperimentato l' opera della salvezza in Cristo Gesù il Signore.
Tutto questo, ha il solo scopo di spingere alla ricerca e alla conoscenza personale del Signore Gesù Cristo, realizzando l'opera Sua nella propria vita.

Profilo YouTube Profilo Google Profilo Facebook Profilo Twitter

Chiesa Cristiana Evangelica
Assemblee di Dio in Italia

Via Cupa Terracina,9
80124 Napoli

 

scrivici: info @adinapolifuorigrotta.it