HOME CHI SIAMO APPROFONDIMENTI MEDIA RUBRICHE ATTIVITA' MISSIONI
   
       
Profilo YouTube Profilo Google Profilo Facebook Profilo Twitter
 
   
   
   
 
 
 
Come essere felici - Salmo 1
"Beato l'uomo..."


E’ “beato”, “chi gode perfetta felicità!”, chi “riceve del bene da Dio”. Nell’Ebraico, “beato” era collegato con “Shalom”, che vuol dire pace. Quindi beato è un uomo che gode di una pace interiore profonda, un’anima veramente in pace. Solo Dio può donarci questa pace, questa felicità e benedire la nostra vita! La cosa più bella della vita è certamente essere felici nell’opera di Dio.
Il mondo offre molto, promette cose grandi, ma nulla che viene dal mondo riuscirà a soddisfare l’anima. Alla fine, quel che offre il mondo lascia solo delusioni. “Quel che fa ricchi è la benedizione dell’Eterno e il tormento che uno si dà non le aggiunge nulla” (Proverbi 10:22).
Il Salmo ci insegna che per essere felici dobbiamo evitare certe cose, e farne invece altre.

1. Cosa dobbiamo evitare
a. “… che non cammina secondo il consiglio degli empi…” 
Camminare rappresenta il nostro vivere, il nostro agire nella vita. Per essere beati, non bisogna vivere secondo i consigli degli empi, il parere delle persone che non conoscono Dio (1 Piet.4:3,4). Essi hanno una mente naturale, un cuore ingannevole e desideri effimeri e immorali “non conoscono i pensieri del Signore, non comprendono i suoi disegni” (Mich.4:12). I nostri scopi sono diversi, noi viviamo per il Signore!

b. “… che non si ferma nella via dei peccatori…”Ci sono tante cose che sono normali per il mondo, ma peccati davanti a Dio. Noi passiamo ogni giorno per la via dove c’è il peccato, ma non ci fermiamo  neanche per guardare (può influenzarci). Organizziamo la nostra vita per evitare queste cose! Noi “non siamo del mondo”, non camminiamo sulla “via larga”, stiamo lontani dalle abitudini e dalla condotta di chi vive nel peccato. Quando ci fermiamo “… nella via dei peccatori…”, perdiamo grandi benedizioni.

c. “…non si siede in compagnia degli schernitori...”
Schernitori sono “coloro che si fanno beffe di qualcuno con atti o parole sprezzanti”. Come quelli che parlano bene di Dio, ma non Gli ubbidiscono, come quelli che parlano di Dio senza riverenza. (1 Cor.15:33). 
Attenti, essi possono influenzare il nostro modo di pensare e il nostro giudizio spirituale.

2. Cosa dobbiamo fare
Tutto ciò non è sufficiente per essere felici. Dobbiamo “rivestire l’uomo nuovo che è creato all’immagine di Dio nella giustizia e nella santità che procedono dalla verità” (Ef.4:24). Un uomo può non bestemmiare, non fumare, vivere una certa moralità… e non vivere una vita di preghiera, di diletto nella Parola, di desiderio di conoscere la volontà di Dio. “non vi conformate a questo secolo, ma siate trasformati mediante il rinnovamento della vostra mente, affinché conosciate per esperienza qual sia la volontà di Dio, la buona, accettevole e perfetta volontà” (Rom.12:2).

a. ... ma il cui diletto è nella legge del Signore...”
Il nostro diletto è la nostra gioia, il nostro piacere, la nostra passione, quel che desideriamo veramente. Ci dilettiamo perché realizziamo ciò che Dio vuole compiere nella nostra vita “Il mio piede ha seguito fedelmente le sue orme, mi son tenuto sulla sua via senza deviare; non mi sono scostato dai comandamenti delle sue labbra, ho riposto nel mio seno le parole della sua bocca” (Giobbe 23:11,12). “Tosto che ho trovato le tue parole, io le ho divorate; e le tue parole sono state la mia gioia, l’allegrezza del mio cuore” (Geremia 15:16). Qual è il nostro diletto? Da cosa sono attratti i nostri pensieri?

b. “... e su quella legge medita giorno e notte”
Se veramente il nostro diletto è la Parola di Dio, “… su quella legge medita giorno e notte”. Cioè la Parola è talmente preziosa per noi che è sempre nei nostri pensieri, sempre nel nostro cuore. Meditare significa leggere, rileggere, guardare con attenzione, valutare quello che leggiamo, pregarci sopra, e ordinare la nostra vita in base all’insegnamento del Signore. Allora troveremo ristoro, stabilità, guarigione.

Conclusione
Vogliamo essere un felici? Dobbiamo essere separati dal peccato, ammaestrati e trasformati dalla Parola.
Allora saremo felici! Non ci mancherà nulla, porteremo frutto, attraverseremo le prove e ne usciremo vincitori. La nostra vita e l’anima nostra, saranno protette e curate da Dio!

 

V.M.

 
 
         
 

ADI Napoli - Fuorigrotta

Vogliamo far conoscere chi siamo e cosa professiamo, per aiutare chiunque lo desidera ad approfondire la conoscenza della Bibbia, la Parola di Dio, attraverso meditazioni, studi biblici, vari articoli cristiani e le testimonianze personali di credenti che hanno sperimentato l' opera della salvezza in Cristo Gesù il Signore.
Tutto questo, ha il solo scopo di spingere alla ricerca e alla conoscenza personale del Signore Gesù Cristo, realizzando l'opera Sua nella propria vita.

Profilo YouTube Profilo Google Profilo Facebook Profilo Twitter

Chiesa Cristiana Evangelica
Assemblee di Dio in Italia

Via Cupa Terracina,9
80124 Napoli

 

scrivici: info @adinapolifuorigrotta.it